The Monkeys

IMG_5667

"Si scopre di più su una persona in un’ora di gioco, che in un anno di conversazione"

Go🦍real – Giocare sotto la pioggia.
•
L’acqua è un elemento importantissimo nel gioco dei bambini: nel toccarla, cercare di prenderla, travasarla, muoverla, i piccoli mettono in gioco movimenti e apprendono aspetti importanti della realtĂ .
Come una camminata nel bosco o un pomeriggio in riva al lago, anche una passeggiata sotto la pioggia può rappresentare un’esperienza completa e importante per lo sviluppo cognitivo e fisico dei nostri piccoli perchĂ©:

🔸LA PIOGGIA sollecita tutti e 5 i sensi: tatto, vista, udito, gusto, olfatto
🔸LA PIOGGIA è di facile accesso: non servono conoscenze o abilità pre-acquisite
🔸LA PIOGGIA invita alla sperimentazione: è una un’esperienza particolare, attivante e autentica all’interno della quale non esistono “sei troppo piccolo” o “attento che lo rompi”. Vedrete come i bambini se la caveranno benissimo a trovare da soli un modo nuovo di giocare, saltando nelle pozzanghere, spostando le goccioline da una foglia all’altra, correndo con la lingua di fuori…
🔸LA PIOGGIA stimola le abilità cinestetiche e strategiche: i fluidi non sono come i solidi, afferrabili e consistenti. Si tratta di sviluppare nuovi sistemi
🔸LA PIOGGIA stimola la flessibilità, rafforza le conoscenze: quando piove la realtà che conosciamo si presenta con una faccia nuova, trasformata, pur rimanendo la stessa. Questa modificazione può insegnare a reagire attivamente al cambiamento, abbassando i livelli di guardia e permettendo di accedere ad un nuovo livello di conoscenza del nostro ambiente.
🔸LA PIOGGIA fornisce un feedback che è ciò che ci serve per completare l’informazione raccolta dai sensi ed è indispensabile per costruire l’immagine stabile e soddisfacente della realtĂ  dentro di noi ovvero il nostro bagaglio di sapere. Gli ambienti naturali reagiscono sempre alle nostre azioni (una pietra alzata lascia un buco, l’acqua del ruscello mi bagna e via dicendo) e sono quindi l’ambiente migliore per sviluppare la conoscenza.